Registrazione completata, controlla la tua e-mail per attivare l'account
Crea un'account
ESCURSIONI / Infernaccio e eremo di San Leonardo

Gola dell'Infernaccio e Monastero di San Leonardo

Guide: Mauro Viale
Sabato 13 Agosto 2022 ore 08:30
Da sempre i nostri Sibillini sono stati luogo e meta di riti ancestrali o pagani, tanto da essere conosciuti in tutta Europa. Alcuni luoghi hanno sempre evocato suggestioni e la...
Mappa
Dislivello
Dislivello
350 m
Durata
Durata
4 ore
Difficoltà
Difficoltà
T
Posti
Gruppo
Max 20
Mappa
L'evento che stai visitando è passato.
Note prezzo: l'escursione comprende organizzazione, guida AIGAE con assicurazione RCT

Da sempre i nostri Sibillini sono stati luogo e meta di riti ancestrali o pagani, tanto da essere conosciuti in tutta Europa. Alcuni luoghi hanno sempre evocato suggestioni e la toponomastica ne è l'esempio:  ancora oggi le Gole dell'Infernaccio riescono ad incutere soggezione e stupore quando si entra a visitarle. Dal punto di vista naturalistico è di sicuro un luogo estremamente importante e ricco, inoltre la storia qui ha lasciato il segno con l'antico monastero di San Leonardo, recuperato e rimesso in piedi da Padre Pietro Lavini "il muratore di Dio"

T = Turistica

Itinerario su stradine, mulattiere o sentieri ben tracciati che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Si svolgono solitamente al di sotto dei 2000 metri. Richiedono comunque una certa conoscenza dell’ambiente montano e una preparazione fisica alla camminata.

E = Escursionistica

Itinerario su sentieri o tracce di sentiero ben visibili, normalmente con segnalazioni. Può avere tratti ripidi; i tratti esposti sono di norma protetti o attrezzati. Può prevedere facili passaggi in roccia, non esposti e che comunque non richiedono conoscenze alpinistiche specifiche. Richiedono un certo senso di orientamento, come pure una certa esperienza e conoscenza dell’ambiente alpino, allenamento alla camminata, oltre a calzature ed equipaggiamento adeguati.

EE = Escursionisti esperti

Itinerario generalmente segnalato, ma che richiede capacità di muoversi su terreni particolari, quali tratti su terreno impervio o infido, tratti rocciosi con lievi difficoltà tecniche (es. tratti attrezzati), tratti non segnalati, etc.

Primavera/estate: (abbigliamento variabile sulla base delle condizioni meteo) consigliato abbigliamento comodo, scarponcini con suola scolpita, zaino con snack e acqua, frutta secca, k-way, cappello e un cambio completo da tenere in auto.

Autunno/inverno: (abbigliamento variabile sulla base delle condizioni meteo) consigliato abbigliamento comodo, scarponcini con suola scolpita, zaino con snack e thermos con bevanda calda (tè o cioccolata), frutta secca, k-way, cappello invernale, guanti, bastoncini da trekking (secondo abitudine) e un cambio completo da tenere in auto.